E’ ANCORA NOTTE

29 10 2009

ZUCCA

DINAMO MORGANA – STOKE CITY 3-4 (3-2)

La Dinamo esce ancora sconfitta dal campo Olmeri, dopo una partita al limite della regolarità e contro avversari da definire lagnosi e bastardi. Serata fredda, appaiono le prime stufette, arbitro incompetente.

La Dinamo perde in zona cesarini dopo una partita commuovente, in cui si è dato tutto il possibile, e non c’è nulla è da recriminare se non il fatto che buttarla in rissa sarebbe stato meglio.
Le Dinamiti giocano in formazione rimaneggiata date le assenze di molti giocatori e il forfait di molti altri causa turno infrasettimanale.
Si scende in campo con Razzano tra i pali, Mignone e Bianchini in difesa, Russo a centrocampo affiancato da Celentano e Caraglia sulle fasce a supporto di Pedicini in attacco. In panchina un ritardatario Tinessa.
Partono benissimo i nostri con Mignone che spadroneggia in difesa e distribuisce palloni a destra e sinistra e con Russo ispirato che realizzerà poi una doppietta. A metà del prmo tempo una girata da fuori area di Celentano e le dinamiti passano in vantaggio. Pochi minuti e lo Strunz City pareggia.
Ancora dinamiti, questa volta Russo ci porta in vantaggio ma subito si viene raggiunti, e dopo pochi minuti ancora Russo, 3-2.Tutto sembra portare in tranquillità all’intervallo fino a qundo avviene l’episodio che stravolge la partita.
Pedicini ruba palla d’astuzia sulla fascia e si invola per un contrpiede quando quell’uomo di merda che aveva perso palla torna di gran carriera e lo falcia nel peggiore dei modi, il massimo dell’antisportività, che in un torneo amatoriale come il nostro non si può vedere. Spalla che esce e rientra e Pedicini è fuori (per almeno
un paio di mesi) e semplice cartellino giallo per un uomo di merda che deve ringraziare di aver incontrato avversari tranquilli com noi.
Il secondo tempo è molto combattuto fino al 20′ quando oramai i nostri sono sulle ginocchia mentre gli altri fanno sostituzioni al volo, con palla in movimento (l’arbitro non si accorge di un cazzo), e urlano in coro ad ogni intervento difensivo offendendo ripetutamente il direttore di gara, e noi invece, allo stremo delle forze perchè impossibilitati a fare cambi, si cerca di rifiatare ad ogni pausa. Ma avversari del genere sono roba da peggior torneo di zecchinetto. Pareggio intorno al 20′ e quarto gol in pieno recupero che fissa il risultato sul 4-3, a nulla serve l’arrembaggio finale con tanto di traversa colpita da Mignone a pochi secondi dal fischio finale.
La Dinamo resta a zero punti ma si comincia a vedere un buon gioco e bella circolazione di palla, peccato incontrare gente così stupida e scorretta, ma del resto in questo campionato gioca un sacco di gente, e non si può pretendere di incontrare persone intlligenti ogni settimana.

UFFICIO STAMPA DINAMO MORGANA





CONVOCATIO, ERGO SUM

27 10 2009

bastiglia2

Cari Compagni
siamo alla vigilia della prima partita importante di questo campionato e non si può più sbagliare.
Domani sera ci ritroveremo contro i nostri amici dell Stoke City che tanti punti hanno perso con noi e speriamo che la cosa si ripeti anche quest’anno, siamo a zero punti e domani, in caso di una sconfitta, si aprirebbe una crisi seria con tanto di silenzio stampa e ripensamento dello staff tecnico.
Per Democrazia domani si farà un pò di turn over e per questo comunico i nomi dei convocati, dai quali aspetto un gesto di conferma (commento all’articolo o squillo o sms al 3927082683) entro domani alle 13 altrimenti si provvederà con i sostituti.
i convocati sono
MASSIMO RAZZANO
PEPPE MIGNONE
MARCO BOSCAINO
ARNALDO BIANCHINI
ANDREA PARENTE
FABRIZIO TINESSA
STEFANO RUSSO
LUCA CARAGLIA
GUIDO CERAVOLO
CIRO CELENTANO
ribadisco che aspetto conferma altrimenti gente che vuole giocare non manca
per la Dinamo e per la Nuova Democrazia inneggiata dal Sen.Caraglia
il mago P





CI SCUSIAMO PER I DISAGI

23 10 2009

problemi-tecnici1

la Dinamo stecca anche la terza partita e rimanda l’appuntamneto con i primi
punti. Serata calda ma piovosa, campo un pò scivoloso, arbitraggio
schifosamente a nostro favore.
La Dinamo rimane nei bassifondi di classifica a zero punti nonostante le
promesse di un campionato tranquillo, ma il ritardo di preparazione e la
scarsa intesa sono state fatali in questo inizio Campionato.
I Compagni scendono in campo ancora una volta con una formazione inedita
composta da vecchie guardie e nuovi innesti di classe, con giocatori che si
presentano tra di loro negli spogliatoi.
Le Dinamiti schierano Capozzi tra i pali, Campanile a centro della linea
difensiva affiancato da Cestrone e Tinessa, a centrocampo esordio di Cillo e
di Aristoteles Mignone a supporto di Capitan Boscaino. In panchina a fare
compagnia a Mister Caraglia, sotto una pioggia incessante, Pedicini, La Monaca
e Celentano insieme a Collarile in veste di Dirigente.
La partita si mostra subito ostica e muscolare, ma i nostri guerrieri tengono
benissimo i primi minuti e si propongono varie volte nel corso del primo
tempo. Numerose le azioni che partono da tandem Cillo-Mignone con Boscaino
leggermente defilato pronto ad entrare in ogni momento nelle azioni. Bravo il
portiere avversario che neutralizza alcune conclusioni pericolose di Mignone
ma è il San Giorgio a passare per primo con una conclusione ravvicinata.
Le dinamiti non si buttano giù e comincia la trafila dei cambi che però non
porta nulla di positivo, anzi il risultato peggiora grazie a un tiro da fuori
area dell’avversario di turno che passa tra una selva di gambe e braccia, e
che l’incolpevole Capozzi non riesce a respingere, e ancora qualche minuto più
tardi, una punizione befffarda manda le squadra a riposo sul 3-0.
Nell’intervallo la squadra viene strigliata dall’incazzoso Mr Caraglia che minaccia tutti di roncolate sulla noce del collo e ritorna in campo molto più motivata. Si intravedono punte di bel gioco fino a quando una punizione battuta un pò a sorpresa da Boscaino quasi dal calcio d’angolo di sinistra libera un rapace Cestrone che anticipa tutti e insacca, inizia la rimonta. Dopo pochi minuti Mignone sempre dalla sinistra serve stupendamente Cillo che in avvitamento a pelle di leone, quasi da terra e di testa insacca per il 3-2 con commento esilarante: “me fatt’ rancicà u melon'”.
La Dinamo ci crede, il pareggio è a portata di mano, ma deve fare i conti con la furbizia degli avversari, che su una punizione beffarda mandano in frantumi tutti i sogni di gloria di Boscaino e compagni. La partita termina poi sul risultato di 5-2, punteggio forse troppo pesante per quello che si è visto in campo ma i problemi ci sono e sono evidenti. Da segnalare due splendide parate di Capozzi che nel secondo tempo, su una conclusione all’incrocio dei pali, mostra tutto il suo talento con un volo raro da vedere in un campionato pezzotto come il nostro.
Che dire, la squadra soffre, non mostra un bel gioco, e le promesse iniziali di un Campionato tranquillo da metà classifica sono, settimana dopo settimana, molto difficili da mantenere. Certo è che abbiamo incontrato tre squadre forti e due di queste puntano a vincerlo il Cammpionato, ma molto c’è ancora da fare e da costruire per non ripetere la classifica dello scorso anno, e speriamo anche che l’infermeria dia presto qualche buona notizia.
La settimana prossima ci aspettano i nostri amici dello Stock City, e chissà che non succeda come lo scorso anno.
UFFICIO STAMPA DINAMO MORGANA

CE.DI.S SAN GIORGIO 7  – DINAMO MORGANA 5-2 (3-0)

la Dinamo stecca anche la terza partita e rimanda l’appuntamneto con i primi punti. Serata calda ma piovosa, campo un pò scivoloso, arbitraggio schifosamente a nostro favore.

La Dinamo rimane nei bassifondi di classifica a zero punti nonostante le promesse di un campionato tranquillo, ma il ritardo di preparazione e la scarsa intesa sono state fatali in questo inizio Campionato. I Compagni scendono in campo ancora una volta con una formazione inedita composta da vecchie guardie e nuovi innesti di classe, con giocatori che si presentano tra di loro negli spogliatoi.
Le Dinamiti schierano Capozzi tra i pali, Campanile a centro della linea difensiva affiancato da Cestrone e Tinessa, a centrocampo esordio di Cillo e di Aristoteles Mignone a supporto di Capitan Boscaino. In panchina a fare compagnia a Mister Caraglia, sotto una pioggia incessante, Pedicini, La Monaca e Celentano insieme a Collarile in veste di Dirigente.
La partita si mostra subito ostica e muscolare, ma i nostri guerrieri tengono benissimo i primi minuti e si propongono varie volte nel corso del primo tempo. Numerose le azioni che partono da tandem Cillo-Mignone con Boscaino leggermente defilato pronto ad entrare in ogni momento nelle azioni. Bravo il portiere avversario che neutralizza alcune conclusioni pericolose di Mignone ma è il San Giorgio a passare per primo con una conclusione ravvicinata.
Le dinamiti non si buttano giù e comincia la trafila dei cambi che però non porta nulla di positivo, anzi il risultato peggiora grazie a un tiro da fuori area dell’avversario di turno che passa tra una selva di gambe e braccia, e che l’incolpevole Capozzi non riesce a respingere, e ancora qualche minuto più tardi, una punizione befffarda manda le squadra a riposo sul 3-0.
Nell’intervallo la squadra viene strigliata dall’incazzoso Mr Caraglia che minaccia tutti di roncolate sulla noce del collo e ritorna in campo molto più motivata. Si intravedono punte di bel gioco fino a quando una punizione battuta un pò a sorpresa da Boscaino quasi dal calcio d’angolo di sinistra libera un rapace Cestrone che anticipa tutti e insacca, inizia la rimonta. Dopo pochi minuti Mignone sempre dalla sinistra serve stupendamente Cillo che in avvitamento a pelle di leone, quasi da terra e di testa insacca per il 3-2 con commento esilarante: “me fatt’ rancicà u melon'”.  La Dinamo ci crede, il pareggio è a portata di mano, ma deve fare i conti con la furbizia degli avversari, che su una punizione beffarda mandano in frantumi tutti i sogni di gloria di Boscaino e compagni. La partita termina poi sul risultato di 5-2, punteggio forse troppo pesante per quello che si è visto in campo ma i problemi ci sono e sono evidenti. Da segnalare due splendide parate di Capozzi che nel secondo tempo, su una conclusione all’incrocio dei pali, mostra tutto il suo talento con un volo raro da vedere in un campionato pezzotto come il nostro.

Che dire, la squadra soffre, non mostra un bel gioco, e le promesse iniziali di un Campionato tranquillo da metà classifica sono, settimana dopo settimana, molto difficili da mantenere, sarà qualche problema tecnico-tattico, ma non solo. Certo è che abbiamo incontrato tre squadre forti e due di queste puntano a vincerlo il Campionato, ma molto c’è ancora da fare e da costruire per non ripetere la classifica dello scorso anno, e non dobbiamo basarci sul livello dei nostri avversari, e speriamo anche che l’infermeria dia presto qualche buona notizia.
C’è sicuramente da ritrovare quella calma che tanti punti ci ha portato lo scorso campionato, e la voglia di divertirci anche, ma se non finisce questa fase di rodaggio difficilmente usciremo da questo periodo buio. La settimana prossima ci aspettano i nostri amici dello Stock City, e chissà che non succeda come lo scorso anno, altrimenti sarà crisi.

UFFICIO STAMPA DINAMO MORGANA





CONVOCAZIONI

21 10 2009

PROBABILE FORMAZIONE

Angelo Capozzi
Andrea Campanile
Ciro Celentano
Francesco Iazzetti
Pasquale Pedicini
Marco Boscaino
Giulio Cestrone
Mario La Monaca
Giuseppe Mignone
e uno tra (Tinessa Prisco e Razzano….. chi mi offre più birre giocherà!!!!)

1- attendo conferme tramite sms – squillo telefonico (3387518928) o blog!!!
2- chi non si farà sentire, semplicemente non giocherà, le alternative non mancano.
3- chi reclamerà sarà punito con tre cucchiaini di olio di ricino o roncolate dietro la noce del collo ( a vostro piacimento!)

Il senatore Caraglia ……..per una nuova DEMOCRAZIA





PARTITELLA

19 10 2009

allenamento_SCHEMA
Cari Compagni
dopo la sconfitta della settimana scorsa torniamo ad allenarci domani sera in vista dell’impegno di giovedi prossimo alle 21 contro la Ce.Di.S San Giorgio 7 (ex Caffè Monet). Impegno che sarà gestito direttamente dal correntone Caraglia e dove proveremo, in virtù del rinforzi finalmente disponibili, ad agguantare i primi punti.
Domani sera è prevista una partitella alle 19 presso il Campo S.Pio, gestito dal Cav. On. Giuseppe Mignone, con tanto di riscaldamento, esercizi con palla, e partitella, na cosa seria insomma.
Se ve ne tiene (escluso Marione che non potrà essere presente ma sarà di sicuro convocato) date conferma su questo Blog, altrimenti acciritevi.
Vi ricordo che si giocherà anche qualora gli Americani ci bombardassero, quindi figuratevi se non giochiamo per una stupida pioggerellina.
Aspetto vostre conferme
il Mago P





A TESTA ALTA

15 10 2009

galletto1
SAMNIUN FOOD – DINAMO MORGANA 3-1 (3-1)

La Dinamo esce a testa alta da un incontro che la vedeva spacciata alla vigilia e pronta a prendere dalle cinque pappine in su. Serata fredda, antipasto dell’inverno che verrà, spettatori zero circa, arbitraggio all’inglese.

Ottima prova delle dinamiti blu che sul campo dell’Olmeri sfidavano la compagine della Finanza, squadra da alta classifica, con giocatori di tutto rispetto, molto conosciuti nell’ambiente nostrano.
I Compagni si schierano in campo con Capozzi in porta, all’esordio con la maglia della Dinamo, Russo centrale della difesa affiancato dallo stantuffo Tinessa e dal Sen. Caraglia. A centrocampo ritorna Boscaino battezzato per l’occasione nuovo Capitano della squadra con Cestrone e Ceravolo, anch’egli all’esordio. In panchina a fare compagnia a Mister Pedicini, Bianchini e Fragnito con Campanile che arriva con qualche minuto di ritardo.
La Dinamo parte bene e attenta soprattutto in difesa nonOstante la partita la facciano gli avversari, più dotati tecnicamente e meglio organizzati tatticamente (era un piacere vederli giocare). Due tocchi e via e con molta semplicità i finanzieri si affacciano più volte dalle parti di Capozzi che mette in mostra tutto il suo talento rispondendo nel migliore dei modi.
E’ intorno al 10′ che purtroppo i finanzieri vanno in vantaggio e dopo pochi minuti raddoppiano, tutto sembra ricordare le solite partite nelle quali si resiste per 10-15 minuti e poi si collassa ma la Dinamo reagisce e fa salire il baricentro fino a quando Bianchini appena entrato fa esplodere un tiro imparabile da fuori area e a due passi dal fallo laterale, conclusione che si insacca all’incrocio dei pali, imprendibile anche per portieri di categoria superiore, e si riapre la partita 2-1. Incontenibile la gioia di Bianchini che dedica al Mister Pedicini la realizzazione.
Purtroppo come un film già visto nel momento migliore he preannunciava un probabile pareggio si subisce ancora e si va al riposo sul 3-1.
Nel secondo tempo la Dinamo riparte più convinta e cerca di adattarsi a schemi diversi per trovare spazi in attacco ma i finanzieri reggono con esperienza, e poi noi senza un terminale offensivo non riusciamo proprio a segnare. Rimane l’amarezza di un paio di contropiedi in superiorità numerica che potevano essere sfruttati molto meglio e di un’occasione verso il 20′ del secondo tempo sciupata a pochi passi dalla porta, quando si gioca contro squadre del genere e senza attaccanti non ci si può permettere di buttare al vento anche poche occasioni come quelle di ieri sera.
Resta pur sempre una sconfitta ma il miglioramento c’è stato e i ragazzi sono usciti dal campo soddisfatti e divertiti. Anche Mister Pedicini è fiducioso e sicuro che nel futuro, con il miglioramento delle condizioni fisiche e qualche recupero importante, arriveranno i punti.
Il Campionato per noi non è ancora cominciato e abbiamo giocato contro due squadre che puntano alla vittoria finale, altro livello rispetto a noi.
Appuntamento alla settimana prossima con l’esordio della nostra stella Aristoteles e del Sen. Caraglia in panchina, il correntone va a caccia dei primi punti.

UFFICIO STAMPA DINAMO MORGANA





14 10 2009

convocazioni
Cari Compagni
si rientra in campo in condizioni climatiche proibitive, ma sappiate che le temperature sono queste e stasera non sarà altro che un assaggio di quest’inverno, quando le temperature sarnno di media sui 3 gradi e ci saranno solo pinguini a tifare per noi.
Questa sera il campionato ci vede contro una squadra molto preparata e quindi aspettiamoci l’ennesima scoppola, ma cerchiamo anche di reagire di far vedere che qualcosa l’abbiamo imparata e che non siamo solo ciucci e presuntuosi chiacchieroni ma che ogni tanto anche senza Gentile riusciamo a buttare la palla dentro la rete
i convocati di questa sera sono:

Angelo Capozzi
Fabrizio Tinessa
Stefano Russo
Alessio Fragnito
Marco Boscaino
Giulio Cestrone
Luca Caraglia
Arnaldo Bianchini
Andrea Campanile
Guido Ceravolo

in bocca al lupo e chi non è tra i convocati venga a tifare per la propria squadra.
Il Mago P