CI SCUSIAMO PER I DISAGI

23 10 2009

problemi-tecnici1

la Dinamo stecca anche la terza partita e rimanda l’appuntamneto con i primi
punti. Serata calda ma piovosa, campo un pò scivoloso, arbitraggio
schifosamente a nostro favore.
La Dinamo rimane nei bassifondi di classifica a zero punti nonostante le
promesse di un campionato tranquillo, ma il ritardo di preparazione e la
scarsa intesa sono state fatali in questo inizio Campionato.
I Compagni scendono in campo ancora una volta con una formazione inedita
composta da vecchie guardie e nuovi innesti di classe, con giocatori che si
presentano tra di loro negli spogliatoi.
Le Dinamiti schierano Capozzi tra i pali, Campanile a centro della linea
difensiva affiancato da Cestrone e Tinessa, a centrocampo esordio di Cillo e
di Aristoteles Mignone a supporto di Capitan Boscaino. In panchina a fare
compagnia a Mister Caraglia, sotto una pioggia incessante, Pedicini, La Monaca
e Celentano insieme a Collarile in veste di Dirigente.
La partita si mostra subito ostica e muscolare, ma i nostri guerrieri tengono
benissimo i primi minuti e si propongono varie volte nel corso del primo
tempo. Numerose le azioni che partono da tandem Cillo-Mignone con Boscaino
leggermente defilato pronto ad entrare in ogni momento nelle azioni. Bravo il
portiere avversario che neutralizza alcune conclusioni pericolose di Mignone
ma è il San Giorgio a passare per primo con una conclusione ravvicinata.
Le dinamiti non si buttano giù e comincia la trafila dei cambi che però non
porta nulla di positivo, anzi il risultato peggiora grazie a un tiro da fuori
area dell’avversario di turno che passa tra una selva di gambe e braccia, e
che l’incolpevole Capozzi non riesce a respingere, e ancora qualche minuto più
tardi, una punizione befffarda manda le squadra a riposo sul 3-0.
Nell’intervallo la squadra viene strigliata dall’incazzoso Mr Caraglia che minaccia tutti di roncolate sulla noce del collo e ritorna in campo molto più motivata. Si intravedono punte di bel gioco fino a quando una punizione battuta un pò a sorpresa da Boscaino quasi dal calcio d’angolo di sinistra libera un rapace Cestrone che anticipa tutti e insacca, inizia la rimonta. Dopo pochi minuti Mignone sempre dalla sinistra serve stupendamente Cillo che in avvitamento a pelle di leone, quasi da terra e di testa insacca per il 3-2 con commento esilarante: “me fatt’ rancicà u melon'”.
La Dinamo ci crede, il pareggio è a portata di mano, ma deve fare i conti con la furbizia degli avversari, che su una punizione beffarda mandano in frantumi tutti i sogni di gloria di Boscaino e compagni. La partita termina poi sul risultato di 5-2, punteggio forse troppo pesante per quello che si è visto in campo ma i problemi ci sono e sono evidenti. Da segnalare due splendide parate di Capozzi che nel secondo tempo, su una conclusione all’incrocio dei pali, mostra tutto il suo talento con un volo raro da vedere in un campionato pezzotto come il nostro.
Che dire, la squadra soffre, non mostra un bel gioco, e le promesse iniziali di un Campionato tranquillo da metà classifica sono, settimana dopo settimana, molto difficili da mantenere. Certo è che abbiamo incontrato tre squadre forti e due di queste puntano a vincerlo il Cammpionato, ma molto c’è ancora da fare e da costruire per non ripetere la classifica dello scorso anno, e speriamo anche che l’infermeria dia presto qualche buona notizia.
La settimana prossima ci aspettano i nostri amici dello Stock City, e chissà che non succeda come lo scorso anno.
UFFICIO STAMPA DINAMO MORGANA

CE.DI.S SAN GIORGIO 7  – DINAMO MORGANA 5-2 (3-0)

la Dinamo stecca anche la terza partita e rimanda l’appuntamneto con i primi punti. Serata calda ma piovosa, campo un pò scivoloso, arbitraggio schifosamente a nostro favore.

La Dinamo rimane nei bassifondi di classifica a zero punti nonostante le promesse di un campionato tranquillo, ma il ritardo di preparazione e la scarsa intesa sono state fatali in questo inizio Campionato. I Compagni scendono in campo ancora una volta con una formazione inedita composta da vecchie guardie e nuovi innesti di classe, con giocatori che si presentano tra di loro negli spogliatoi.
Le Dinamiti schierano Capozzi tra i pali, Campanile a centro della linea difensiva affiancato da Cestrone e Tinessa, a centrocampo esordio di Cillo e di Aristoteles Mignone a supporto di Capitan Boscaino. In panchina a fare compagnia a Mister Caraglia, sotto una pioggia incessante, Pedicini, La Monaca e Celentano insieme a Collarile in veste di Dirigente.
La partita si mostra subito ostica e muscolare, ma i nostri guerrieri tengono benissimo i primi minuti e si propongono varie volte nel corso del primo tempo. Numerose le azioni che partono da tandem Cillo-Mignone con Boscaino leggermente defilato pronto ad entrare in ogni momento nelle azioni. Bravo il portiere avversario che neutralizza alcune conclusioni pericolose di Mignone ma è il San Giorgio a passare per primo con una conclusione ravvicinata.
Le dinamiti non si buttano giù e comincia la trafila dei cambi che però non porta nulla di positivo, anzi il risultato peggiora grazie a un tiro da fuori area dell’avversario di turno che passa tra una selva di gambe e braccia, e che l’incolpevole Capozzi non riesce a respingere, e ancora qualche minuto più tardi, una punizione befffarda manda le squadra a riposo sul 3-0.
Nell’intervallo la squadra viene strigliata dall’incazzoso Mr Caraglia che minaccia tutti di roncolate sulla noce del collo e ritorna in campo molto più motivata. Si intravedono punte di bel gioco fino a quando una punizione battuta un pò a sorpresa da Boscaino quasi dal calcio d’angolo di sinistra libera un rapace Cestrone che anticipa tutti e insacca, inizia la rimonta. Dopo pochi minuti Mignone sempre dalla sinistra serve stupendamente Cillo che in avvitamento a pelle di leone, quasi da terra e di testa insacca per il 3-2 con commento esilarante: “me fatt’ rancicà u melon'”.  La Dinamo ci crede, il pareggio è a portata di mano, ma deve fare i conti con la furbizia degli avversari, che su una punizione beffarda mandano in frantumi tutti i sogni di gloria di Boscaino e compagni. La partita termina poi sul risultato di 5-2, punteggio forse troppo pesante per quello che si è visto in campo ma i problemi ci sono e sono evidenti. Da segnalare due splendide parate di Capozzi che nel secondo tempo, su una conclusione all’incrocio dei pali, mostra tutto il suo talento con un volo raro da vedere in un campionato pezzotto come il nostro.

Che dire, la squadra soffre, non mostra un bel gioco, e le promesse iniziali di un Campionato tranquillo da metà classifica sono, settimana dopo settimana, molto difficili da mantenere, sarà qualche problema tecnico-tattico, ma non solo. Certo è che abbiamo incontrato tre squadre forti e due di queste puntano a vincerlo il Campionato, ma molto c’è ancora da fare e da costruire per non ripetere la classifica dello scorso anno, e non dobbiamo basarci sul livello dei nostri avversari, e speriamo anche che l’infermeria dia presto qualche buona notizia.
C’è sicuramente da ritrovare quella calma che tanti punti ci ha portato lo scorso campionato, e la voglia di divertirci anche, ma se non finisce questa fase di rodaggio difficilmente usciremo da questo periodo buio. La settimana prossima ci aspettano i nostri amici dello Stock City, e chissà che non succeda come lo scorso anno, altrimenti sarà crisi.

UFFICIO STAMPA DINAMO MORGANA

Annunci

Azioni

Information

One response

24 10 2009
il quarto

oooooooo…….ma a che ora s’adda n’chiuvà?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: