PER USCIRE DALLA CRISI

29 01 2010

Scusate il ritardo, ma era paventato un clamoroso silenzio stampa fino a quando una notizia non ha fatto riapparire il sereno in casa Dinamo

CASTELPOTO 7 – DINAMO MORGANA 5-2 (3-0)

Non ci soffermeremo sulla cronaca della partita anche perchè non c’è altro da aggiungere al risultato. Solo complimenti per il Castlpoto 7, squadra oramai amica, anche se è la nostra bestia nera, non siamo mai riusciti a batterli. Complimenti per essere stati cinici e freddi, non hanno giocato una grande partita, ma hanno meritato di vincere per la lucidità che noi non abbiamo mai avuto. Hanno fatto un’ottima campagna acquisti e adesso sicuramente scaleranno la classifica.
I complimenti però li dobbiamo fare anche agli autori dei nostri due gol, il solito Cestrone, oramai capocannoniere assoluto della squadra, e al Cobra Razzano, rivelatosi un ottimo uomo di area di rigore, al rientro poi da un grave infortunio.
Noi invece siamo nella crisi più nera e per questo saltano le teste. La prima è quella di Pedicini tuttofare, che ha rassegnato le dimissioni da tutto o quasi e adesso seguirà dall’esterno la squadra, ma non vuole avere più nessuna carica. Le dimissioni di Pedicini salvano almeno in parte la testa del Sen. Caraglia che però verrà affiancato da un nuovo Commissario Tecnico, Mignonov.
Il nuovo C.T. verrà presentato domani sera al campo Olmeri alle ore 18 e 30 durante quella che speriamo diventi la consueta partitella di allenamento. A seguire la presentazione ci sarà la prima seduta di allenamento diretta dal tecnico stesso.
Si prega di dare disponibilità quanto prima e di non farci esaurire fino all’ultimo minuto per trovare 14 cristiani.
E ricordate che si gioca anche sotto i bombardamenti americani e le bombe al fosforo israeliane.
Per la Dinamo e per la Democrazia del nostro nuovo leader Mignonov

La Società





CONVOCAZIONI

26 01 2010

Cari Compagni
dopo lo scivolone della settimana scorsa e la crisi totale e in ogni settore il Sen.Caraglia ha deciso di riprendere in mano al 100% la situazione e di scegliere lui i convocati e ogni mossa della partita di domani. Confidiamo apertamente nella svolta del Sen.Caraglia che non ama i fronziatori e ha deciso per le seguenti convocazioni.
Per la partita di domani mercoledì 27 gennaio alle ore 20 i giocatori convocati sono i seguenti:

DINAMO MORGANA – CASTELPOTO 7
Capozzi
Cerchione
Biancolilli
Bianchini
Boschetto
Limone
Tinessa
Razzano
Pedicini
e forse Campanile

dare conferma entro le ore 14 di domani così avremo il tempo di riparare a qualche assenza dell’ultimo momento
E ricordiamoci che il Castelpoto ci ha sempre fatto sudare 7 camice e non ci abbiamo mai vinto, quindi mi sembra l’occasione giusta per sfatare un Tabù
Per il Sen.Caraglia Presidente del Consiglio
Per la Dinamo e per la Democrazia
Il Mago P





C’E’ CRISI DAPPERTUTTO

22 01 2010

DINAMO MORGANA – RED DEVILS 1-6 (1-4)

C’è crisi, si vede dai visi, c’è crisi dappertutto, come titolava un brano di Bugo, e questa Dinamo rispecchia perfettamente la canzone. Serata freddissima e umidissima al campo Olmeri, partita orrenda e due spettatori nutriti di birre per difendendersi dal freddo, giocatori della Dinamo tutti dopati ma evidentemente, non erano le sostanze giuste, arbitraggio non felicissimo.

Pessima prestazione quella vista ieri sera, pessima anche la partita dal punto di vista del gioco, molto corretta ivece dal punto di vista disciplinare. I Red Devils sono una compagine altalenante che alterna risultati clamorosi a sconfitte inaspettate e ci fanno compagnia nei bassifondi della classifica. Trattasi di scontro diretto quindi per la “salvezza”. La Dinamo con gravissimi problemi di formazione schiera gli unici otto uomini disponibili, e non sono certo i migliori, anzi. Capozzi tra i pali con Tinessa centrale affiancato dal febbricitante Bianchini a destra e Caraglia a sinistra. A centrocampo l’inedita coppia Cestrone Ceravolo, terminale offensivo Pedicini. In panchina, in ritardo si presenta Celentano.
Si parte malissimo, tempo trenta secondi e si va sotto di un gol, il gol più veloce subito dalla Dinamo, tempo cinque minuti e si è giù sotto di tre gol, la sconfitta appariva subito chiara. Ci si rialza a fatica e si risponde con un gol di Cestrone, e un gol annullato a Pedicini non si sa perchè visto che se era carica al portiere è stato fischiato dopo svariati secondi di ritardo e dopo che il portiere era stato superato. Il primo tempo si chiude con un quarto gol dei Red Devils, 4-1, amen.
Il secondo tempo è ancora peggio. La Dinamo attacca a testa bassa e senza una logica, con un gioco nervoso e continui appiccichi in campo che deprimono quei due spettatori ubriachi e nelle battute finali, quando si era infortunato il Sen. Caraglia, le dinamiti crollano anche fisicamente e si fanno insaccare altre due volte, 6-1 e benedizione finale, e fortunatamente l’arbitro non vede un rigore nettissimo per i rossi, altrimenti….
Resta l’amaro in bocca perchè il risultato non rispecchia perfettamente la partita, perchè gli abbiamo regalato almeno quattro gol e perchè nessuno di noi si è divertito, ma i Red Devils, squadra correttissima e simpatica, hanno meritato pienamente i tre punti. La crisi a questo punto è reale, non solo quella finanziaria, ma manca il gioco, manca la serenità e manca il rispetto tra i giocatori. Accuse continue fanno sponda a lamenti continui e vittimismi esagerati, risultato finale, un gioco spezzettato e fatti di lanci lunghi alla parrocchiana che non vedevamo da tempo.
A questo punto occorre un’attenta riflessione visto che siamo ancora nel mese di gennaio e rinforzi sono possibili. Siamo a una giornata dalla fine del girone di andata e abbiamo un punto in meno nonostante la squadra sia ben altra cosa rispetto all’anno passato. Certo abbiamo perso Gentile che l’anno scorso ha fatto trenta gol, ma nel girone di andata praticamente non giocò, quindi i problemi sono ben altri.
I problemi forse sono la mancanza di un gruppo compatto, non c’è amicizia e rispetto tra molti, ci si innervosisce, non si gioca mai insieme e poi si pretende di fare i fighetti con i completini, ci manca quell’umiltà che ti fa diventare grande e maturo, e ti fa vincere le sfide più importanti.
Appuntamento a mercoledì della settimana prossima contro il fanalino di coda Castelpoto 7 che però è reduce da due vittorie consecutive e da una campagnia acquisti niente male, quindi non sarà certo la squadra che ha subito cento e passa gol fino a questo momento, ma prima ancora abbiamo una partitella di allenamento da Bibbò sabato alle 18, si prega di dare disponibilità, grazie

UFFICIO STAMPA DINAMO MORGANA





CONVOCAZIONI

21 01 2010

Cari Compagni
di seguito vi elencherò i convocati per la sfida di questa sera, spero solo che chi verrà porterà non solo concentrazione e attributi, ma anche 15€ minimo per pagare la quota d’iscrizione. Lo so che vi sto rompendo le palle ma non abbiamo altra scelta se vogliamo continuare questo Campionato, e ci stiamo divertendo tutti quindi non vedo perchè interrompere questa esperienza nonostante siamo e rimaniamo, anche se abbiamo fatto grandi acquisti, più sciancrati dell’armata Brancaleone.
I convocati di questa sera per la sfida DINAMO MORGANA – RED DEVILS che si giocherà questa sera al campo Olmeri alle ore 20 sono:
ANGELO CAPOZZI
GIULIO CESTRONE
FABRIZIO TINESSA
ARNALDO BIANCHINI
PASQUALE PEDICINI
LUCA CARAGLIA
GUIDO CERAVOLO
CHECCO IAZZETTI
ALESSIO BIANCOLILLI
se gli ultimi due non dovessero venire a giocare si preparino Ciro Celentano e Mimmo Spagnuolo, eventualmente li chiamerò personalmente.
Date conferma perfavore in maniera tale da poterci organizzare al meglio per questa sera e se qualcuno non ha il completino me lo faccia sapere.
Per tutti quelli che sono spariti dalla circolazione, bettete un colpo
il Mago P





PERICOLO RADIAZIONE

18 01 2010


Cari Compagni
vedo purtroppo che il mio precedente appello non è stato recepito, ciò ha consentito di trovare il nome della nostra squadra tra le morose del Campionato nel comuinicato ufficiale che esce ogni lunedi. Quindi oltre alla figura di merda che ne consegue, questo è un monito a pagare subito. Vuol dire che se giovedi non paghiamo ci danno la partita persa a tavolino e ci danno tutte le partite perse fino a quando non risolveremo, quindi mi sembra un ottimo motivo per alzare il culo, uscire con almeno 15€ in tasca da casa e presentarsi a qualche addetto della società a consegnare denaro. No chiedete a me o qualcun’altro di venirsi a prendere i soldi, non possiamo farlo con tutti.
Il calcio modniale vi sarà grato, non possiamo far sparire una perla del calcio mondiale qual’è la Dinamo Morgana
Il Mago P





CRISI FINANZIARIA

15 01 2010


Cari Compagni
come ogni anno, ma quest’anno di più, arriviamo a un certo punto del campionato e grattiamo nelle casse della squadra trovando solo ragnatele e briciole. Siamo in rosso profondo e dobbiamo ancora pagare 200€ per l’iscrizione e 150€ per la caparra. Quest’ultima voce in caso di assenza di sanzioni ci verrà restituita a fine campionato e potremo riutilizzarla l’anno prossimo o possiamo anche andarcela a sbafare a fine campionato, non è il momento questo di decidere, è il momento di raccogliere. Chi vi scrive si è già impegnato a pagare le tessere che valgono come assicurazione e che riguardano tutti, dovevate cacciare 8€ a testa, e molti lo hanno fatto ma non tutti. Invito dunque tutti a sborsare almeno la somma di 10€ per permetterci di sopravvivere, di non avere sanzioni e soprattutto di non essere radiati dal torneo. E’ una situazione che dobbiamo risolvere con la massima urgenza, e prego anche chi simpatizza per questa squadra di fare una sottoscrizione volontaria. Le quote sono le seguenti
€ 10,00 – socio ordinario
€ 15,00 – socio più che ordinario
€ 20,00 – socio ammirevole
+ di € 20,00 – socio di classe
potete versare queste somme a me direttamente o agli emissari Cestrone e Scocca.
Spero vivamente che questo appello non resti inascoltato altrimenti finirà nel nulla la nostra esperienza calcistica e la nostra squadra
grazie e a presto, e
hasta la Dinamo siempre
Il Mago P





CHI DI 7-2 FERISCE…

14 01 2010

AWS CORRIERE – DINAMO MORGANA 7-2 (3-1)

La Dinamo incappa nella prima sconfitta del 2010 . Dopo il 7-2 inflitto al’EL.TO. subisce lo stesso punteggio dalla seconda della classe, in una partita che ha regalato tante emozioni ma anche tanti brutti momenti. Serata freddissima, arbitro molto in gamba nel riuscire a gestire alcuni momenti dove si è scivolati fuori dalla sportività, spettatori zero, solo fumogeni che poi si è scoperto essere nebbia.

La Dinamo ritorna con i piedi per terra dopo l’esaltante vittoria della settimana scorsa, ma la partita che era cominciata anche bene è finita nel peggiore dei modi. Russo infortunato (sarà un caso ma ogni volta che incontriamo l’AWS ci portiamo a casa un uomo infortunato), ne avrà per dieci giorni, Mignone espulso, la prossima partita farà il Mister, tante le occasioni sprecate e per ben sette volte il nostro sempre bravissimo Capozzi ha dovuto raccogliere la palla nella propria rete, ma ora veniamo alla cronaca.
La Dinamo schiera in campo Capozzi tra i pali, Mignone centrale con Ceravolo a destra e Prisco a sinistra. A centrocampo c’è l’esordio di Iazzetti, tesserato a settembre ma che vari motivi non era ancora riuscito a giocare con noi. in compagnia di Cerchione-Cestrone, ad illuminare le giocate offensive Capitan Boscaino. In panchina, Celentano, Russo e Spagnuolo insieme ai Mister Caraglia e Pedicini, oltre alla società rappresentata da Vittorio Scocca e il nostro Fondatore Visionario Mauro Carpentieri
Si parte bene e con qualche bella giocata, sono i corrierini però a correre di più e a farsi più pericolosi in alcune occasioni, ma l’equilibrio regge per buoni 15 minuti, anche grazie al portiere avversario che compie una splendida parata su un tiro di Mignone e altri interventi miracolosi. Sono i Corrierini a passare in vantaggio con una precisa azione che libera l’uomo a pochi passi dalla porta. Il copione si ripeterà per tre volte nel corso del primo tempo, con tre gol non di pregevolissima fattura ma che mostrano tutto l’affiatamento di una squadra costruita per vincere il Campionato. A fine primo tempo una reazione veemente della Dinamo permette a Prisco di accorciare le distanze e di riaprire la partita. Si va al riposo sul 3-1.
Il secondo tempo riparte con una Dinamo più convinta e gli avversari cominciano a mostrare qualche crepa, è allora sempre il loro portiere che neutralizza altre ghiotte occasioni, mentre dall’altra parte Capozzi salva dalla disfatta in un paio di occasioni maturate in contropiede. E’ verso l metà del primo tempo che avviene l’episodio che cambierà il match, protagonista il Cav. Mignone, innervosito dai continui calci di un avversario (le sue gambe martoriate a fine partita ne sono la prova) entra da dietro in un momento di foga agonistica in maniera non composta ma neanche cattivissima, però al limite del codice penale. L’avversario, è più lesto di lui a toccare il pallone e cade colpito sulla caviglia. E’ qui che inizia un piccolo teatrino dove chi ha subito il fallo comincia a rantolare agonizzante come se fosse stato colpito da una fucilata e l’arbitro caccia il secondo cartellino giallo che vale l’espulsione, Mignone esce amareggiato e l’avversario colpito si rialza come se nulla fosse successo.
Succo della storia, l’AWS sfrutta come meglio non si poteva i 5 minuti di superiorità numerica per siglare tre reti e chiudere il match, rimane poi solo il tempo del loro settimo gol e della perla finale di Iazzetti che si divincola tra tre avversari e insacca con un gran sinistro da fuori area, roba coì si vede raramente in un campionato come il nostro.
Rimane l’amarezza di una sconfitta maturata in un brutto modo, l’amarezza di un infortunio che ha colpito Russo, la sua partita è durata meno di due minuti, subito azzoppato, e l’amarezza dei tanti lividi che i nostri giocatori hanno mostrato nello spogliatoio, ma l’AWS è squadra maschia e atleticamente ben dotata, oltre che tecnicamente in molti dei suoi componenti, e ha fatto vedere di meritare di essere una delle candidate alla vittoria di questo Campionato.
Appuntamento la Settimana prossima contro i nostri amici dei Red Devils, sarà ben altra partita, autentico scontro diretto per la “salvezza”.

UFFICIO STAMPA DINAMO MORGANA