COLPACCIO

19 02 2010

DINAMO MORGANA – SAMNIUN FOOD 6-6 (3-5)

Non poteva cominciare meglio la nuova Dinamo targata Zarro, un punto d’oro conquistato contro una squadra fortissima, formata da calciatori ed che hanno calcato campi molto importanti.
La vigilia è quella classica, defezioni, infortuni, pacchi dell’ultimo minuto, ma si riesce a comporre una squadra che sia degna di questo nome e si riesce ad entrare in campo.
Capozzi tra i pali con Mignone al centro della difesa, Caraglia a sinistra con Bianchini a destra. A centrocampo Cillo e Boscaino a supporto del cobra Razzano in attacco. In panchina insieme al mister il nostro bomber Cestrone, infortunatosi nel pomeriggio durante la rifinitura e il neoacquisto Panella che ha soddisfatto pienamente il Mister con la sua ordinatissima prestazione.
Oltre alla vigilia anche i primi minuti sono quelli classici Dinamo, si va sotto di quattro palloni in meno di dieci minuti, il Mister allora per un attimo pensa di dimettersi prima della fine del primo tempo. A questo punto suona una prima carica Cillo febbricitante che si era mangiato due gol della serie “li faceva anche mia nonna morta”, e che inventa un gol impossibile. Giusto il tempo di esultare che Mignone fa una lenzola clamorosa e regala il quinto gol agli avversari, tutto da rifare.
E’ stato forse il quinto gol che ha segnato la svolta della squadra speriamo anche per il futuro, perchè la Dinamo riassetta le idee, fa qualche cambio, entra Panella e il ritardatario, come sempre, Tinessa, e comincia la rimonta. Dapprima 5-2 di rapina di Boscaino e poi 5-3 ancora con Cillo, si va al riposo.
Durante l’intervallo alcuni giocatori si riposano, altri parlano, Cillo vomita fuori dal campo un paio di pezzi di pizza mangiati insieme a Mignone verso le 7 e si rientra in campo ancora più incazzati.
Tinessa sale finalmente in cattedra e con un cross velenoso dei suoi sigla, non sa manco lui come, il 5-4. A seguire è Mignone che pareggia, 5-5…dopo i primi dieci minuti veramente nessuno se l’aspettava. I Food allora si incazzano sul serio e mettono sotto i nostri con un assedio degno di una battaglia medievale, e vanno ancora in vantaggio, 6-5, ma le dinamiti non demordono. Zarro con le mani in tasca sa che può succedere di tutto, e già pregusta nella sua testa un pareggio, contro i secondi in classifica, loro 43 punti , noi 11, una partita non impossibile, peggio.
E’ allora che succede l’incredibile, meglio di “fuga per la vittoria”, meglio di “momenti di gloria”, qualcosa che nessun essere umano avrebbe potuto mai immaginare. Azione che parte dalla difesa, Tinessa prende palla e invece di impostare decide di lanciare una palla tesa su Mignone. Il Cavaliere, fuori area spalle alla porta, con due energumeni a fargli compagnia, stoppa la palla di petto, alzandola di quei venti centimetri sopra la testa che fanno presagire all’impossibile. Tutto era fermo al campo Olmeri, tutti i presenti erano intorno al rettangolo a guardare la partite che era più bella di quelle viste in televisione, tutti forse sapevano che qualcosa di spettacolare sarebbe potuto accadere.
Adesso provate ad immaginare una palla sospesa in aria e Pelè, non un giocatore qualsiasi, che fa il gol del pareggio negli ultimi minuti del film “fuga per la vittoria” immaginate che invece della luce del sole ci siano dei riflettori ad illuminare, che invece del completino bianco degli alleati ci sia un completino blu notte, e immaginate che al posto della pelle nera il giocatore abbia la pelle bianca con un melone tirato a lucido. Immaginate lo stesso movimento, al rallentatore, gamba sinistra che si alza con una morbidezza che solo un ballerino potrebbe eguagliare, e che nel rientrare si tira la gamba di destra, come se Mignone avesse deciso di arrampicarsi danzando su una parete di aria, una parete che non c’era….sforbiciata….tiro teso…..palla nel sette….goooooool!!!!!!…..si sente il rumore soffice della palla che gonfia la rete e un generale, WUOOOOOOOOO……Il Presidente Bibbò ai nostri microfoni a fine partita dichiarerà che una cosa così bella non si è mai vista su quel campo sportivo.
Questa è forse stata la partita più emozionante della storia della Dinamo Morgana, e non poteva esordire al meglio il nostro nuovo Mister, incaricato di un compito difficilissimo, ridare fiducia a un gruppo che ha perso motivazione, altro che Zatteroni!!!
Ai nostri microfoni Mister Zarro ha dichiarato a fine partita che è stato nel complesso molto soddisfatto, che gli è piaciuta molto la prova del nuovo innesto Panella, e che a parte qualche cosa da limare, e di credere fermamente nella risalita. E noi ci speriamo, adesso è tutto nelle sue mani.
Appuntamento a mercoledì prossimo quando incontreremo il Cedis San Giorgio, e speriamo di aver scacciato via tutti i nostri problemi

UFFICIO STAMPA DINAMO MORGANA

Annunci

Azioni

Information

6 responses

19 02 2010
csa depistaggio

…che grande ufficio stampa….

19 02 2010
aristotele

Per Pasquale Pedicini: è andata ESATTAMENTE così

19 02 2010
l Mago P

a facc e sta cazza e che livello!!!

19 02 2010
Marione

Mignone Santo subito!!!!!

20 02 2010
Bosketto

Rivaldo ha avuto piu tempo a disposizione per saltare e sforbiciare……….
Mignons no.Ha fatto tutto quasi contemporaneamente………….Chi non l’ha visto non puo capire…….Voto 10.

20 02 2010
byancyny

presidè sei un grande, sei riuscito a trovare un gol simile anche senza vedere quello di mignone, da oggi in poi io propongo di chiamare il mignone, “peppe mignone Bressan” anche se concordo con boschetto che mignone ha avuto meno tempo x tirare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: