UNA VERA SERATA SPORTIVA

28 04 2009

i-mastri
LONGOBARDA – DINAMO MORGANA 4-2 (2-1)

Partita bella e divertente quella andata in scena allo Stadio Olmeri, molti gli spettatori nonOstante la pioggia, molti i fotografi, molte le birre e la simpatia.

La Dinamo scende in campo contro la squadra più forte del Campionato, che fortunatamente è composta da amici e parenti, ma le dinamiti sono vogliose di far bene E non hanno alcuna intenzione di sfigurare, anzi creano impostano e fanno addirittura pensare a una rimonta a metà del secondo tempo.
Da sottolineare le prestazioni di Iandolo in porta, del solitO Gentile, come sempre a segno, e di Boscaino che segna un gol spettacolare, quasi quanto il suo avversario Iazzetti, che si inventa una serpentina tra tre giocatori per poi depositare una perla nella rete, per la quale anche Pedicini si complimenta.
Ottima partita anche di Campanile e Cestrone, ma non si può non ricordare le gesta degli altri Achei presenti in Campo, come Razzano, Esposito, Caraglia, e della stella Ocone, che non brilla come tutti si aspettano, ma la classe e l’eleganza sono innegabili. Per non parlare del rientro in campo del nostro Dr. Morte, che atleta!
La partita finisce 4-2, con un grosso spavento per Mignone che subisce un’entrata “a can’ muort'” di Iandolo, nulla di grave.
Meritata la vittoria di chi punta alla vittoria del Campionato, ma veniamo alla cronaca vera della serata.

BRACE – PALLONE 7-0

spiediniLa brace viene apparecchiata in ritardo, causa pioggia battente, sotto la tettoia del presidente Bibbò, ma dal primo minuto Gianluca Francesca e Alfonso Zeoli prendono subito in mano le redini del fuoco. Lo smemorato di Benevento ripara al danno scappando a casa a prendere i 10 litri di vino dimenticati in precedenza e al suo ritorno la pioggia sembra dare tregua e la brace s’infiamma, fischio d’inizio.
Sul tavolino la formazione è composta da salsicce, salsicce piccanti, puntarelle, pancetta, hamburger, bistecche e spuntano sul tavolo anche due vassoi di spiedini precedentemente praparati.
Francesca e Zeoli gestiscono il gioco con un nutrito e affamato pubblico attorno e non mancano i colpi di classe, come quelli del Presidente Nardone che armato di asciugacapelli ravviva la brace a ogni ripartenza. La azioni sono concitate ma tutte vanno a segno, non si spreca una fiamma. Ancora scene di commozione quando il Presidente Bibbò sfoggia un boccalone da 1 litro, il pubblico si infiamma.
Tra il primo e il secondo fuoco un problema sorge, finisce il pane, ecco che Razzano si invola solitario sulla fascia per giungere da Pesce di Zucchero, per poi tornare con circa 5 kg di panini, il gioco può riprendere. Ancora Francesca a gestire il fuoco e a dispensare ogni tipo di carne possibile con scherzi e sfottò di ogni genere. Il tasso alcolico sembra giungere oltre i limiti consentiti dalla legge, ed è li che ci si appassiona seriamente, tutti cominciano a creare azioni fino all’arrivo della bisteccona e dello scolo della damigiana che segnano la fine del match, risultato, BRACE – PALLONE 7-0.
A conclusione dei giochi il tocco di classe fornito dalla splendida Presidentessa Razzano corona la serata, IL CAMPARINO! che classe signori, che partita!!!

UFFICIO STAMPA DINAMO MORGANA

A seguire una breve fotosequenza delle fasi salienti del Match.

immagine-426

Achei in azione

due uomini simbolo

MIster e Capitano

immagine-431





9 01 2009

O Mio Dio…
Avete vinto…
Non so che dire, non ero preparato, affatto.
Non me l’aspettavo ragazzi, sul serio.
E’ la prima volta, e ora che scrivo?!
Ho una serie di idee, articoli, bozze,
ma non vanno bene…
riguardano solo sconfitte
qualcuna è per un pareggio…
Mah…

Che non accada mai più.





18 12 2008

Ieri sera ha vinto la brace
Ieri sera ha vinto lo sdreghino
Ieri sera ha vinto il sambuchino
Ieri sera ha vinto il panettone
Ieri sera ha vinto il vino del cugino

Ieri sera ha vinto lo sport

Ieri sera abbiamo vinto un po’ tutti…

Ieri sera, a dirla tutta, ha vinto la Longobarda…
ma pochissimi se ne sono accorti
Che serata.





28 11 2008

Sojvlxhvudvdbviu Dldnvdvnoufnvo Fldnjgoidfjvofbvoif
Alnkdvnldfnhvo Bjcjd ndogriuoghr Fgfefuyefo
KLkdvdmvkd now kvnvdw co dv+dnkv d0it40df
fpe+pfm389426′ rp
èrprlrewèèèèèèèèèèèèèèrwri0r8r8w0ru8gwipokdnvdgfhd

Ho scritto la rubrica così come voi avete giocato…
a cazzo di cane.





19 11 2008

Ragazzi, la faccenda è abbastanza semplice…

Fate due tocchi, fate girare quella cazzo di palla ed evitate di correre a vuoto, fondamentale.

e non mandatevi a fare in culo mentre giocate, spezza il feeling, come dire…

Quando si attacca dalla destra deve salire l’esterno di sinistra

Quando si attacca dalla sinistra deve salire l’esterno di destra

Non avete il fiato per correre tuta la partita,

per cui

DOVETE MANTENERE LE POSIZIONI

Ecco una piccolissima guida, spero vi sia di aiuto:

davanti e dietrodavanti e dietro Lei, distesa in posizione supina, piega le cosce sulla pancia e appoggia i piedi sulle spalle del partner. Inginocchiato su di lei l’uomo la penetra in profondità. Questa posizione può procurare enorme piacere alla donna, soprattutto durante l’eiaculazione, a patto però che la vagina sia sufficientemente lubrificata per evitare che la penetrazione, particolarmente intensa, risulti dolorosa.
la sedia dell'amorela sedia dell'amoreLui è seduto su una sedia. La partner, adagiata sulle sue gambe, si muove ritmicamente sollevandosi e risiedendosi. L’uomo può stimolarle il clitoride mentre lei si accarezza i seni.
il ventilatoreil ventilatoreIn piedi, con le ginocchia strette ai bordi di una sedia e le braccia incrociate sullo schienale, la donna dà le spalle al partner che prima la porta a sè insinuandole le mani tra le cosce leggermente divaricate per stimolarle il clitoride, poi la penetra da dietro. Questa posizione – adatta sia al coito anale che vaginale – consente un’ottima sollecitazione delle pareti vaginali e del punto G della donna. L’uomo può anche accarezzarle il clitoride o i seni prima e durante la penetrazione.
i segreti d'orientei segreti d'orienteLui è dritto sulle ginocchia mentre la donna, in posizione supina e con le gambe piegate, appoggia i piedi contro il suo petto. L’uomo può piegarsi all’indietro o in avanti allontanando o avvicinando così le cosce della partner al suo seno. Questa posizione consente una penetrazione molto profonda.
il battello ebroil battello ebroL’uomo s’inginocchia ai bordi del letto e penetra la partner distesa supina. Tenendola per le caviglie, le solleva leggermente le gambe divaricate e si muove ritmicamente. La penetrazione è molto profonda, rilassante per lei e particolarmente eccitante per lui, che domina la situazione dall’alto. A seconda della statura dell’uomo può essere necessario servirsi di un cuscino per sollevare le natiche della compagna.
semplicementesemplicementeLei è distesa supina con le gambe divaricate mentre lui la penetra. Le mani restano libere per scambiarsi carezze ed effusioni. Soprattutto quelle della donna, che può accarezzare con passione la schiena e le natiche dell’uomo. Una posizione per fare l’amore in tutta semplicità.
non te ne andarenon te ne andareL’uomo è disteso sul fianco. La donna si sdraia accanto a lui con la testa all’altezza dei piedi e gli stringe il bacino con le cosce sollevate strofinandolo con i seni. Particolarmente eccitato dal punto di vista, durante la penetrazione lui può accarezzarle i glutei e infilarle delicatamente le dita nell’ano, zona fortemente erogena.
l'amazzonel'amazzoneL’uomo è disteso supino con le gambe vicine. La donna si adagia su di lui a cavalcioni e porta il busto all’indietro facendo leva sulle braccia. Cullato dai movimenti ritmici della partner, l’uomo può accarezzarle il monte di Venere e il clitoride. Questa posizione, semplice ma stimolante, procura un intenso piacere a entrambi.
la squadrala scuadraLa donna è distesa con la pancia in su, ed i glutei sul bordo del letto. L’uomo è in piedi e la penetra accarezzandole i seni ed il clitoride. Questa posizione può essere effettuata anche restando immobili. In questo caso, la donna stringe a sé il partner incrociando le gambe. E’ molto eccitante: la donna sente le pulsazioni del pene e l’uomo quelle della vagina.
flessuositàflessuositàLa donna ha le ginocchia piegate sulla pancia mentre l’uomo, inginocchiato, la penetra appoggiandosi a una mano e tenendo con l’altra le cosce della partner. Approfittando delle mani libere, lei può accarezzargli la base del pene. Anche se necessita di una buona agilità, questa posizione consente una penetrazione profonda e favorisce la fecondazione.




13 11 2008

Non ho parole,
solo parolacce…





7 11 2008


Tonda quel tanto che mi dà tormento,
La tua coscia distacca di sull’altra…

Dilati la tua furia un’acre notte!

E allora?!

Basta uscire a testa alta, proviamo a giocare di merda e vediamo come va!